Quali social media scegliere per promuovere la tua PMI

da | Lug 12, 2021 | Content marketing, Digital Blog, Social media, Strategia | 0 commenti

La ricerca su un campione di più di 5.000 attività ha sottolineato come le imprese hanno cambiato le strategie di digital marketing per aumentare la visibilità e mantenere alto il contatto con i pripri clienti e lead, anche con il Covid-19 di mezzo. Ecco gli elementi più importanti che sono emersi e dai quali puoi prendere spunto se stai cambiando la tua strategia di marketing. 

Quali sono i social media e i canali di digital marketing che vale la pena utilizzare?

Facebook si conferma ancora per quest’anno vincitore sugli altri media, anche rispetto ad Instagram che ha visto una espansione di users pazzesca. In rapidissima scalata però anche Whatsapp, sia per la sua perfetta armonia con le campagne settate dal Business Manager di Facebook che per la sua facilità di mettere in relazione impresa e utenti.

Osservatorio GoDaddy 2021: Canali social Marketing

Il 54% delle imprese italiane ha infatti affermato di essere rimasta in contatto con i suoi clienti grazie proprio a WhatsApp. Subito dopo il podio, Linkedin, YouTube e Twitter si (bassissima per quest’ultimo la percentuale di utilizzo in Italia).

Le altre attività e canali utilizzati dalle imprese italiane per farsi conoscere sono, in ordine di diffusione:

  • Newsletter e email di marketing (25%)
  • Google My Business per gestire la propria presenza su Google e sulle mappe (15%)
  • Il blog aziendale  (11%)
  • Un’app (7%).

 

Come vengono usati i siti web

Il 62% delle PMI ha dichiarato di avere un sito web e  il 24% sta pianificando di crearne uno.

Ma il sito web, esclusivamente come vetrina, è un investimento sensato ma limitato nel tempo e nelle potenzialità. Infatti sono in aumento quelle aziende che iniziano ad utilizzarlo per:

  • La vendita di prodotti o servizi (40%)
  • La possibilità di prenotare appuntamenti direttamente dal sito (40%)
  • La vendita di contenuti digitali (13%)
  • La prenotazione e distribuzione di corsi ed eventi online (14%).
  • L’acquisto di spazi pubblicitari sul sito (9%)

Perché è importante avere un sito web per una piccola o media impresa oltre ai social media?

L’87% dichiara di aver percepito il valore aggiunto, per due motivi principali:
  •  fornisce più visibilità al business (95%)
  • permette di mettere in mostra prodotti e servizi (94%)

Dove fare pubblicità sui social media e sul web se sei una PMI?

Le principali attività di online advertising scelte dalle PMI italiane troviamo:

  • Annunci a pagamento sui social (33%)
  • Search Engine Marketing (6%)
  • Video online (12%)
  • Banner (12%)
  • Display advertising (6%),
  • Mobile advertising (8%)
  • Influencer marketing (7%)
  • Podcast advertising (2%)

Il 27% delle PMI italiane che ha partecipato all’indagine utilizza un mix di pubblicità online e offline. A conferma che nonostante sia in crescita esponenziale l’utilizzo del web per promuoversi, continua ad essere fondamentale la relazione che si crea tra le persone fuori dagli schermi. Inoltre, il giusto digital marketing mix dovrebbe prevedere anche delle attività di promozione più tradizionali ma non per questo non efficaci: ad esempio le attività di co-marketing, l’organizzazione di piccoli eventi in sinergia con persone e aziende, la sponsorizzazione di eventi o la presenza sul cartaceo.

Sistemi di Marketing Automation

In ascesa anche l’utilizzo dei sistemi di marketing automation, il 53% li sfrutta per l’invio di email, il 47% per il monitoraggio del comportamento dei clienti e il 42% per attività di reportistica e analytics.

E tu, quale digital marketing mix sceglierai quest’anno?

Se hai bisogno lo pianifichiamo insieme, puoi contattarmi qui!

Sara Fiorentino

Sara Fiorentino

Digital strategist

🌷 Aiuto le donne e le mamme a comunicare il loro brand in modo efficace.
🤱🏻 Lavoro per un mondo dove la maternità non sia più un buco nel CV.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *