Social Media Strategies, pillole di web marketing - Sara Fiorentino
21815
post-template-default,single,single-post,postid-21815,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.4,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12.1,vc_responsive
 

Social Media Strategies, pillole di web marketing

Social Media Strategies, pillole di web marketing

1. IL COPY-LOVE

Lo insegna Andrea Fontana, lo sottolinea PennaMontata, il contenuto testuale è fondamentale: il racconto deve essere emozionale e far leva sui grandi temi: amore, gioia, famiglia, lavoro, società. Bisogna avere il coraggio di affrontare questi temi anche in un piccolo post su Facebook. Così si scatenerà l’emozione, l’immedesimazione del lettore in ciò che gli state raccontando. Si sentirà parte del testo e del messaggio. Amerà i vostri prodotti perché gli appartengono, appartengono alla sua storia, alle sue emozioni quotidiane.

2. IL REMARKETING SU FACEBOOK SI DEVE FARE

Quante volte abbiamo registrato migliaia di visualizzazioni, centinaia di interazione e 1-2 conversioni? Tante, tante volte. Con una prima analisi della nostra campagna andata maluccio, potremmo pensare che:

  • il pubblico è troppo vasto
  • l’annuncio è poco mirato
  • non c’è una strategia integrata
  • l’annuncio è one-shot, ovvero non fa parte di un insieme di azioni ma è l’unica azione.

Se non ci riconosciamo in questi errori, siamo davanti ad un pubblico freddo: non ci conosce, non si fida -> deve essere “coltivato”.

Nel nuovo “customer journey” le persone attraversano diverse fasi prima di arrivare all’acquisto. E per ogni fase c’è un modo di manternerli “agganciati” al nostro prodotto. Una delle fasi è la navigazione sul nostro sito.

Il remarketing su Facebook consente di comunicare con quelle persone che hanno visitato il nostro sito, che hanno aggiunto i nostri prodotti alla wishlist, che hanno acquistato o che si sono iscritti alla newsletter, ad esempio. Come?

a. Entro nel mio business manager di Facebook ads
b. Vado in “Pixel”, creo il mio codice personalizzato e lo incollo in tutte le pagine del mio sito
c. Penso a tutte le “azioni” che l’utente può fare sul mio sito -> il Business Manager di Facebook da una lista standard e una personalizzata delle azioni più frequenti. Per ognuna c’è un codice da incollare nella azione del tuo sito. Ad esempio: vuoi colpire con un annuncio tutti quelli che hanno visitato la “thank you page” e quindi hanno concluso una conversione (registrazione o acquisto ad esempio): puoi incollare su questa pagina il codice dell’azione personalizzato “Purchase”-. A questo punto creo un pubblico personalizzato che include tutte le persone che hanno visualizzato la Thank You Page. La guida di Facebook ti aiuta passo dopo passo a far funzionare il tuo pixel.

3. TWITTER PER LE DIGITAL PR

Twitter è il social network delle Digital PR per eccellenza: influencer, blogger, giornalisti, magazine si ritrovano qui per condividere, informare e dare la propria opinione su fatti, tendenze e notizie di tutti i settori. Che tu ti muova nel mercato della moda, del cibo, dell’automotive, del turismo, qui troverai i principali influencer del tuo mondo.
Cosa puoi fare:
– seguire gli influencer del tuo settore
– aggiungerli nelle tue liste private o pubbliche
– seguire i tweet di ogni lista, per avere contenuti segmentati in base ai tuoi interessi
– interagire con loro tramite citazioni, retweet e menzion
– coinvolgerli in eventi online e offline

Alcuni strumenti utili per te:
Riffle analizza i profili twitter, ti aiuta a gestire il tuo, i suggerisce utenti, tweet e contenuti affini ai tuoi interessi
Trendmaps ti da la mappa degli hashtag di tendenza nel mondo
Hover zoom ti aiuta a modificare e ottimizzare immagini per i social media

continua…. 🙂