Come scegliere un influencer o un blogger per una campagna di digital pr
22404
post-template-default,single,single-post,postid-22404,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.4,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12.1,vc_responsive

Come scegliere un influencer o un blogger per una campagna di digital pr

Come scegliere un influencer o un blogger per una campagna di digital pr

Ti piacerebbe coinvolgere influencer e blogger per avere maggiore visibilità?

Qui scopri cosa ne penso e alcuni consigli per avviare campagne di digital PR

La settimana scorsa sono stata ospite di una associazione di donne imprenditrici e libere professioniste, la Soroptimist di Novara, per raccontare del mio lavoro e delle nuove professioni del web.

Non mi aspettavo così tanto interesse, soprattutto quando sono arrivata al racconto delle mie attività di digital PR, cioè quando seleziono e coinvolgo influencer e blogger per campagne di promozione di una struttura turistica, una destinazione o un prodotto. Tante sono state le domande e le discussioni, così, ecco il nuovo post.

 

Chiariamo il mio pensiero: blogger e influencer si stanno rivelando una vera e propria forma pubblicitaria che riscuote successo solo quando le persone selezionate sono effettivamente professionali e hanno un seguito di fan attivi. Sì, è vero, ci sono blogger e influencer disposti a dire che utilizzano da sempre quel prodotto esclusivamente per guadagnarci e questo molto etico non è. Ma ogni brand è libero di scegliere come collaborare con queste persone.

Veniamo al dunque, come scegliere l’influencer o il blogger per la propria campagna di digital PR?

  1. Pensa a cosa vuoi ottenere: hai bisogno di avere più articoli che parlano di te? Hai bisogno di più visibilità su Facebook, Twitter o Instagram? Definisci chiaramente gli obiettivi della campagna.
  2. Pensa a chi vuoi far arrivare la comunicazione: identificare un influencer/blogger in base al suo seguito è fondamentale. Capire se parla e genera interesse per temi legati al cibo, al vino, al viaggio (o un tipo di viaggio)…E capire per quali contenuti specifici genera più interesse, come si comporta il suo pubblico, come il blogger/influencer interagisce con i suoi fan. Valuta ogni aspetto legato all’interazione tra i due soggetti.
  3. La selezione: mai affidarsi ad un unico canale, a meno che il tuo obiettivo sia comunicare il tuo brand esclusivamente su quel media. Per scegliere professionalmente un influencer/blogger è fondamentale conoscere contenuti e audience di tutti i suoi canali: sito internet, Facebook, Twitter e Instagram sono quelli che solitamente guardo io per il tipo di campagne che svolgo. Ma ad esempio potrebbe esserti utile osservare come si comporta su Youtube o su Linkedin. Confronta i diversi media per capire il livello dei suoi contenuti e l’interesse che genera nella sua community.
  4. Il contatto: una volta che hai selezionato le persone con cui vorresti collaborare, contattale raccontandogli il progetto, cosa vorresti ottenere e come. Io solitamente lascio spazio anche a loro di proporre contenuti, iniziative e suggerimenti per la campagna. Definisci bene di cosa hai bisogno per non ritrovarti con un solo misero tweet. Definisci il budget insieme all’influencer/blogger.
  5. Le informazioni: prima della campagna è importante dare a loro tutte le informazioni necessarie per capire a fondo il progetto, il prodotto o il servizio di cui dovranno parlare. Questo per non far comunicare poi cose sbagliate o non precise.

 

Errori e soluzioni in una campagna PR di influencer e blogger marketing

  1. Quantità vs Qualità: non conta solo quanti post ha pubblicato sul suo blog ma anche come sono scritti e quanto sono stati letti. Potrebbe avere 1 milione di likes su Facebook e Instagram e averli comprati tutti! Fai attenzione all’engagement, alle visualizzazioni, ai likes, ai commenti….più “reazioni” ci sono ai singoli contenuti più puoi considerare quella persona autorevole e seguita.
  2. Non solo i VIP: non è necessario coinvolgere dei VIP per avere successo. Un buon influencer con il suo seguito ben segmentato, anche se numericamente minore, può portarti risultati.
  3. Brand Ambassador: scegli persone che senti vicine al tuo brand, al tuo concept. Un eccessivo distacco tra il comportamento dell’influencer/blogger rispetto al tuo progetto potrebbe determinare scarsi risultati o l’attenzione di un pubblico che non è il tuo.

Monitorare i risultati di una campagna di influencer e blogger marketing

  1. Controlla le singole reazioni per ogni contenuto pubblicato dall’influencer/blogger sui social e sui media concordati
  2. Fatti consegnare dal blogger/influencer, dopo una decina di giorni dalla pubblicazione, un report di visualizzazioni dell’articolo e degli altri contenuti social che ha condiviso su di te
  3. Confronta gli accessi al tuo sito e ai tuoi canali social nel periodo della campagna
  4. Valuta collaborazioni continue e repost futuri con i blogger/influencer che hanno mostrato maggior interesse verso il tuo progetto e che hanno portato dei risultati.

E se hai bisogno…sono qui!